giovedì 26 maggio 2016

GARDENS in FLORENCE

 




Domenica 22 maggio, giornata soleggiata e molto caldo... siamo partiti un pò in ritardo, destinazione, passeggiata in centro.
Lì, abbiamo scoperto che era la  giornata nazionale dimore storiche, ed era  possibile visitare gratuitamente, alcuni giardini e cortili, di palazzi e  dimore storiche  toscane.
Abbiamo fatto in tempo a visitarne solo un paio. Bellissimi questi giardini, così curati e che mai, ci si potrebbe immaginare, star dietro a quei grandi portoni di alcuni palazzi signorili del centro di Firenze.

Abbiamo visitato, Palazzo Frescobaldi e Palazzo Guicciardini, entrambi molto belli. 
Palazzo Frescobaldi si trova in via S. Spirito, uno dei molti palazzi che possedeva la famiglia fin dal XVI sec. E' conosciuto anche come "Casa del Cortile",  per il vasto giardino interno. 

Palazzo Guicciardini,  si trova in via Guicciardini (vicino piazza Pitti), è stata la principale dimora della famiglia, la quale acquistò anche altre case in quella stessa via. Il giardino è piccolo e confina con quello di Boboli.







Dopo un bel giro a piedi, per i golosi, consiglio un buon gelato al cioccolato dal Venchi,  senza nulla togliere però, alle altre buone gelaterie che si possono trovare nei dintorni.

Per chi vuole far tardi e mangiare, provate questo minuscolo posticino, pizza buona e digeribile, (Gherardo B.go San Frediano).





giovedì 19 maggio 2016

SPRING CHEESECAKE





Ci sono dolci e dolci.
Questa Cheesecake proposta da Annaluisa e Fabio   è uno di quei dolci golosi che fanno parte della lista dei miei preferiti con cui partecipo alla sfida Mtc n.57.

Purtroppo non ce l'ho fatta a postare in tempo, perchè è già scattata la mezzanotte,  quindi, ormai ieri, giorno del mio compleanno, non potevo certo perdere l'occasione per festeggiare con questo dolce, e siccome siamo proprio nel bel mezzo della primavera, ho voluto fare un tributo a questa bella stagione (anche se ultimamente, un pò ballerina!!!)

E' un pò che non facevo questo dolce, ma devo dire che ogni volta mi piace cambiare decorazione, e comunque sia è sempre stata buona in tutte le salse, ma buona anche nuda!

Questa ricetta base è una delle migliori ovvero la New york cheesecake. Ne esistono di cotte e di crude, e in mille varianti,  per adesso mi sono cimentata solo in quelle cotte, ma....never say never!!!




Ecco la ricetta per una tortiera da 22cm:

La crosta
300 g di biscotti  digestive sbriciolati
80 g di burro fuso
cannella in polvere
1 cucchiaio di miele di acacia


La crema

500 g di formaggio spalmabile  io philadelphia
300 g di ricotta fresca di mucca
200 g di zucchero semolato bianco
125ml  di yogurt intero bianco
4 uova fresche
1 cucchiaio raso di farina bianca 
1 cucchiaino di zenzero macinato



Il top
Creme fraiche (panna acida fatta in casa) 
Fragole, lamponi e fiori edibili


Ho sbriciolato i biscotti  mettendoli in un mixer, quindi ho unito il miele, la cannella e il burro fuso, amalgamate molto bene, poi distribuite  l’impasto sulle pareti della tortiera premendo bene e mettete in frigorifero per 30 minuti.


Per la crema, ho amalgamato gli ingredienti,  formaggio,  ricotta, e yogurt e lo zucchero, poi ho versato le uova già sbattute lo zenzero e quindi la farina. Accendete il forno a 160°C, versate la crema nello stampo e infornate per 55/60 minuti, gli ultimi 5 minuti aprite lo sportello facendo uscire il vapore.

Ho sfornato il cheesecake poi ho messo sopra un leggero strato di panna acida e l'ho fatto raffreddare almeno per un paio d'ore, poi l'ho messo in frigorifero per 6 ore,  ma se potete meglio farlo la sera prima.
Ho voluto decorarlo con delle fragole fresche dell'orto e dei lamponi con intorno dei fiori edibili e una spolverata di zucchero a velo.  ( per i golosi ho sciolto del cioccolato fondente!!!)







 

domenica 15 maggio 2016

VELLUTATA di FAVE e pancetta



Siamo già in piena primavera, trovo questo periodo dell'anno molto speciale, oltre ad essere il mese del mio compleanno, il calore del sole inzia a farsi sentire,  la natura esplode e comincia a dare i suoi frutti.
Le fave o "baccelli" chiamati così in toscana, ma credo in particolare a Firenze e dintorni, fanno il suo arrivo a maggio. Purtroppo, non durano molto, io gli ho presi dai contadini vicino casa, e anche da alcuni nostri amici che fanno l'orto,  veramente buoni e croccanti.  
I baccelli, come diceva mio nonno, andrebbero colti e mangiati, sono molto delicati e appassiscono in fretta, consumati freschi con del formaggio pecorino e buon affettato, sono la fine del mondo, ma buoni anche da usare per altre sane preparazioni.
Ricordo con piacere molti anni fà, una mangiata nell'orto, seduti ad un tavolone con  baccelli formaggio,  buon vino, affettato, e tante risate!
Ormai i baccelli stanno finendo, ma al supermercato possiamo trovarli ancora per un altro pò!
Ecco la ricetta, presa dal libro "la mia cucina in campagna".

Ingredienti per 4 persone:
 
450 gr di fave pulite
2 cucchiali di olio di oliva
1 cipolla 
3 spicchi d'aglio  (io uno)
1 grossa patata tagliata a dadini
sale e pepe nero macinato

80 ml brodo vegetale 
acqua

per la guarnizione:
5 fette di pancetta ( io 80 gr tagliata a striscioline)
1/2 baguette o pane raffermo tostato
olio evo
foglie di menta  (io basilico)
120 ml di mascarpone  (io qualche goccia di creme fraiche)





In una casseruola capiente, scaldate l'olio e fatevi appassire la cipolla per qualche minuto, aggiungete le fave spellate l'aglio e le patate, condite con sale e pepe e fate andare per un paio di minuti mescolando.
A questo punto, versare il brodo e acqua sufficienti a coprire il tutto, portate ad ebbolizione poi abbassate la fiamma fino a cottura completa circa 25 minuti.
Per la guarnizione, soffriggete la pancetta già fatta a dadini, poi scolatela su un tovagliolo. Strofinate quindi il pane raffermo con l'aglio, cospargete con olio di oliva e fatelo tostare sotto al grill. 
A questo punto prendere una bella ciotola,  metteteci il pane, la pancetta e qualche foglia tritata di basilico, quindi frullate la minestra e versatela nella ciotola, mescolate e servite nei piatti. A chi piace aggiungere il mascarpone precedentemente  mescolato con la menta oppure come ho fatto io,   ho aggiunto solo qualche goccia di creme fraiche.  


... e buon appetito!

domenica 8 maggio 2016